Carta d’imbarco


Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 1385

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 690

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 697

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 690

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 697

Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 1385

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 690

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 697

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 690

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ilpesca7/public_html/wp-content/plugins/page-builder-sandwich/page_builder_sandwich/inc/simple_html_dom.php on line 697

 Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini».  E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Quando l’acqua è calma sono tutti marinai. Non stiamo vivendo nulla di nuovo, fenomeni che intervengono a cancellare vestigia passate come ondate di modernità sono nella storia, ma sembra proprio che l’ampliamento dell’arena pubblica abbia comportato un aumento esponenziale delle cazzate. In questi tempi chi è nato con uno spirito salvifico lotta alla ricerca del nemico, chiunque esso sia, preparandosi naturalmente all’armageddon; e un incendiario può trasformarsi in un pompiere nel tempo di un battito di ciglia, se questo vuol dire vendere.

Da parte nostra, ci basterebbe la verità, saremmo già sazi se la verità vincesse. Mica si vuole cancellare un discorso secolare sull‘esistenza o meno della verità, ma la maggioranza della ciurma è composta da storici -o presunti tali- e di certo si è compreso che i fatti restano immutabili. Saremmo già contenti se i fatti non venissero piegati, inventati o dilaniati della loro essenza per rispondere a quello o quell’altro padrone: così non è.

Il mare è in tempesta, si vive alluvionati. Anche guardando fuori dalla finestra delle nostre case di studenti, le strade sono invase d’acqua. Siamo immersi fino al collo non di idrogeno ed ossigeno ma di parole, finzioni e bugie. Il fenomeno preoccupante è l’isolamento e il silenzio al quale ci si rassegna quando si è circondati da imbecilli. La vita allora può procedere con il fine settimana per dare sfogo alla libido e alla rassegnazione ad una vita precaria.

L’università è il comodo divano in una casa riscaldata mentre fuori gelano le coscienze, e che altro ci può interessare? Siamo qui per riposare. Non ci lasciamo neanche più cullare dalla televisione perché non crediamo più alle belle parole sul nostro futuro. Oggi che studiare ci sembra inutile perché alle parole non si da più peso. La scienza ha fallito perché vive per se stessa e l’uomo si ritrova solo. La civiltà che ci è stata raccontata ha fallito perché le guerre proseguono e le diseguaglianze aumentano, la scienza tace ed i politici giocano, o ci stanno sulle spalle ma non come i nani sui giganti di Bernardo di Chartres; oggi non devi studiare musica per farla, basta la passione, e basta essere eletti al parlamento per parlare di geopolitica, ma proprio oggi dobbiamo riprenderci la chiarezza della semplicità.

Sono tempi duri, amici, e la nostra risposta, potrà stupirvi, è remare più forte e controcorrente. 

Il Pescatore versa nella rete piccole storie, pillole solitamente nascoste nell’ombra delpassato e del presente per cercare di dare un’altra chiave di lettura al quadro della storia.

Di certo non salveremo il mondo, ma abbiamo bisogno di  annaspare nell’amore per la conoscenza, o di credere e basta, in questa fossa generazionale che non crede più.